Salone del Libro di Torino 2018

Si svolgerà dal 10 al 14 maggio 2018 la prossima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino. La fiera si svolgerà, come di consueto, presso i padiglioni del Lingotto.

Un programma denso di eventi e un “tutto esaurito” per quanto riguarda gli spazi di esposizione. Si attende quindi una fiera dove i libri saranno padroni e occuperanno gran parte degli spazi.

Vista la densità di eventi non è possibile riportare tutto il programma che consigliamo di consultare direttamente sul sito ufficiale al seguente link: PROGRAMMA SALONE DEL LIBRO 2018.

Quest’anno il Salone si presenta con il motto Un giorno, tutto questo. Una frase che vuole essere spunto di riflessione, guidato anche da cinque domande che sono state rivolte a tanti amici del Salone e a tutti quelli che hanno deciso di porsi questi interrogativi: «Chi voglio essere?»; «Perché mi serve un nemico?»; «A chi appartiene il mondo?»; «Dove mi portano spiritualità e scienza?»; «Che cosa voglio dall’arte: libertà o rivoluzione?».

Da queste domande è nato anche un sito che raccoglie le risposte: 5domande.it.

Paese ospite di questa edizione sarà la Francia, dove si stanno svolgendo gli eventi in ricordo del ’68 francese. Una nutrita pattuglia di autori francesi sarà presente a Torino nelle date della Fiera.

Insieme al ’68 si celebreranno anche altri importanti anniversari, il che significa che parte degli eventi riguarderanno questi eventi: Aldo MoroPeppino ImpastatoFranco BasagliaLe Leggi razzialiFrankenstein e il fantastico.

Per quanto riguarda i bibliotecari, al Salone è prevista un’ampia partecipazione delle biblioteche e dei sistemi bibliotecari della zona di Torino. Sarà poi organizzata la Biblioteca del Salone con percorsi multimediali che guideranno alla risposte delle 5 domande attraverso la presentazione di alcuni libri:

I percorsi saranno consultabili a partire dai libri cartacei e saranno arricchiti da estensioni sul web realizzate grazie a innovative applicazioni disocial reading, che permettono di esplorare le reti di relazioni che correlano un libro ad un autore o ad un argomento.

Sarà inoltre possibile partecipare all’editing e alla revisione di testi digitali liberi dal copyright che saranno resi consultabili gratuitamente tramite la piattaforma Wikisource:

La novità di quest’anno, sempre legata alle cinque domande, sarà la rilettura partecipativa giornaliera di un libro non più coperto da diritti sulla piattaforma Wikisource, la biblioteca digitale libera connessa a Wikipedia. Per ogni testo, i visitatori del Salone potranno collaborare all’editing e alla revisione della versione digitale, e restituirlo, libero e adattato per un lettore odierno, a tutti i lettori del web.

In attesa di partecipare a questa grande fiera e, magari, di incontrarsi, per tutte le altre informazioni si consiglia di visitare il sito ufficiale del Salone.

 

Bibliotecario, storico, prof, amante della fotografia e dell’arte…ma soprattutto curioso. Percorro nuove strade per approfondire quelle già battute. Iscritto all’AIB, credo nella biblioteca come luogo fondamentale di una comunità, servizio non soltanto utile ma necessario.

Will

Bibliotecario, storico, prof, amante della fotografia e dell'arte...ma soprattutto curioso. Percorro nuove strade per approfondire quelle già battute. Iscritto all'AIB, credo nella biblioteca come luogo fondamentale di una comunità, servizio non soltanto utile ma necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *