Firenze Libro Aperto 2018

Si svolgerà a Firenze il 28, 29 e 30 settembre 2018 la seconda edizione di Firenze Libro Aperto.

La prima edizione nel 2017 ha visto la partecipazione di oltre 200 editori e 30mila visitatori, numeri notevoli per un festival alla sua prima edizione.

L’evento si svolgerà all’interno del Padiglione Spadolini presso la Fortezza da Basso, a Firenze. Per la fiera sono stati resi disponibili ben 30mila mq di spazi. Gli organizzatori, con un programma ben più ricco di eventi, credono di poter raddoppiare e superare il numero di visitatori del 2017 (attese 70mila presenze).

Il programma è molto ampio e vede la partecipazione di moltissimi autori, nazionali e internazionali. Sono previsti circa 300 eventi per ogni giorno del festival. Solo per fare alcuni esempi degli scrittori, artisti e personalità invitate: Stefano Benni, Franco Cardini, Lorenzo Baglioni, Paolo Crepet, Alicia Gimenez Bartlett, Marco Vichi, Emiliano Gucci, Nanni Moretti, Marcello Fois e tanti altri.

Per ogni sera di festival sono previsti anche dei concerti. Firenze Libro Aperto non è soltanto libri ma anche grandi concerti.
Mercoledì 26 pre-apertura con Stefano Bollani, introdotto da un reading di Marco Vichi.
Venerdì 28: Tricarico, Roberto Vecchioni e Motta. Serata conclusa dal dj Leeroy Thornhill (Prodigy).
Sabato 29: Modena City Ramblers, Bud Spencer Blues Explosion, dj Claptone.
Domenica 30: Ginevra di Marco, De André.

Per accedere a Firenze Libro Aperto è previsto un biglietto di ingresso. Il biglietto dà accesso a tutti gli eventi di ogni singola giornata, concerti compresi. (È possibile anche acquistare un abbonamento per i tre giorni di fiera a prezzo scontato).
Per acquistare i biglietti: https://www.ticketone.it/biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=2257670&includeOnlybookable=false&x10=1&x11=firenze%20lib

Tutto il programma e ulteriori informazioni possono comunque essere trovate nel sito ufficiale: www.firenzelibroaperto2018.it

Bibliotecario, storico, prof, amante della fotografia e dell’arte…ma soprattutto curioso. Percorro nuove strade per approfondire quelle già battute. Iscritto all’AIB, credo nella biblioteca come luogo fondamentale di una comunità, servizio non soltanto utile ma necessario.

Will

Bibliotecario, storico, prof, amante della fotografia e dell'arte...ma soprattutto curioso. Percorro nuove strade per approfondire quelle già battute. Iscritto all'AIB, credo nella biblioteca come luogo fondamentale di una comunità, servizio non soltanto utile ma necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *